Questo sito utilizza solo cookie tecnici e analytics di terze parti che rispettano i requisiti per essere equiparabili ai cookie e agli altri identificatori tecnici.
Pertanto non è richesta l’acquisizione del consenso.

Informativa Chiudi

Assegno di maternità del Comune

La madre può presentare la domanda nella sezione “accedi ai bandi” sul sito www.tradatewelfare.it

L’assegno di maternità è un sostegno economico per le madri italiane, comunitarie ed extracomunitarie che:

  • non beneficiano di alcun trattamento economico per la maternità: indennità o altri trattamenti economici a carico dei datori di lavoro privati o pubblici;
  • beneficiano di un trattamento economico di importo inferiore rispetto a quello dell’assegno di maternità. In questo caso alla madre spetta solo la quota differenziale.

La concessione del contributo per i nuovi nati dipende dal reddito del nucleo familiare di appartenenza, che deve essere inferiore al valore I.S.E.E. deciso di anno in anno (maggiori informazioni visita la pagina dedicata)

A chi si rivolge

L’assegno di maternità del Comune può essere chiesto dalla madre non lavoratrice al proprio Comune di residenza per la nascita del figlio, oppure per l’adozione o l’affidamento pre-adottivo di un minore.

La madre può richiedere l’assegno se non ha diritto all'indennità di maternità dell’Inps, oppure alla retribuzione per il periodo di maternità. Se l’importo dell’indennità o della retribuzione è inferiore all'importo dell’assegno, la madre lavoratrice può chiedere al Comune l’assegno in misura ridotta.

Accedi al servizio

La madre può presentare la domanda nella sezione “accedi ai bandi” sul sito www.tradatewelfare.it
La domanda verrà protocollata e successivamente riconsegnata via email al richiedente, che la porterà, assieme all’I.S.E.E., al Caaf CISL previo appuntamento contattando il numero 800.800.730.

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

17/01/2022