Questo sito utilizza solo cookie tecnici e analytics di terze parti che rispettano i requisiti per essere equiparabili ai cookie e agli altri identificatori tecnici.
Pertanto non è richesta l’acquisizione del consenso.

Informativa Chiudi

Referendum abrogativi 2022

domenica 12 giugno 2022

Data di pubblicazione:

mercoledì 4 maggio, 2022

Tempo di lettura:

10 min

elezioni urna voto referendum cabinaDomenica 12 giugno 2022 si vota per cinque referendum popolari abrogativi ex art. 75 della Costituzione, dichiarati ammissibili con sentenze della Corte Costituzionale nn. 56, 57, 58, 59 e 60 in data 16 febbraio – 8 marzo 2022.
I relativi decreti del Presidente della Repubblica di indizione dei comizi elettorali sono stati pubblicati sulla G.U. n.82 del 7 aprile 2022.

Gli argomenti dei cinque referendum sono i seguenti:

1) Abrogazione del Testo unico delle disposizioni in materia di incandidabilità e di divieto di ricoprire cariche elettive e di Governo conseguenti a sentenze definitive di condanna per delitti non colposi;
2) Limitazione delle misure cautelari: abrogazione dell’ultimo inciso dell’art. 274, comma 1, lettera c), codice di procedura penale, in materia di misure cautelari e, segnatamente, di esigenze cautelari, nel processo penale;
3) Separazione delle funzioni dei magistrati. Abrogazione delle norme in materia di ordinamento giudiziario che consentono il passaggio dalle funzioni giudicanti a quelle requirenti e viceversa nella carriera dei magistrati;
4) Partecipazione dei membri laici a tutte le deliberazioni del Consiglio direttivo della Corte di cassazione e dei consigli giudiziari. Abrogazione di norme in materia di composizione del Consiglio direttivo della Corte di cassazione e dei consigli giudiziari e delle competenze dei membri laici che ne fanno parte;
5) Abrogazione di norme in materia di elezioni dei componenti togati del Consiglio superiore della magistratura.

Il testo completo dei quesiti dei referendum popolari è consultabile nell’apposita pagina predisposta dal Ministero dell’Interno

 

QUANDO SI VOTA
domenica 12 giugno 2022 dalle ore 7:00 alle ore 23:00

DOVE SI VOTA
I seggi elettorali del Comune di Tradate sono così ubicati:

-seggio n.1     c/o scuola “C. Battisti” – via Manzoni
-seggio n.2     c/o scuola “C. Battisti” – via Manzoni
-seggio n.3     c/o scuola “C. Battisti” – via Manzoni
-seggio n.4     c/o scuola “C. Battisti” – via Manzoni
-seggio n.5     c/o scuola “C. Battisti” – via Manzoni
-seggio n.6     c/o scuola “C. Battisti” – via Manzoni

-seggio n.7     c/o scuola “D. Alighieri” – via Dante
-seggio n.8     c/o scuola “D. Alighieri” – via Dante
-seggio n.9     c/o scuola “D. Alighieri” – via Dante
-seggio n.10   c/o scuola “D. Alighieri” – via Dante
-seggio n.11   c/o scuola “D. Alighieri” – via Dante
-seggio n.12   c/o scuola “D. Alighieri” – via Dante

-seggio n.13   c/o scuola “A. Rosmini” – via C. Rossini
-seggio n.14   c/o scuola “A. Rosmini” – via C. Rossini

-seggio n.15   c/o Ospedale “Galmarini” – piazza Zanaboni

Presso i seggi n.1 e n.15 saranno attivi anche “seggi volanti” per permettere il voto anche ai “degenti allettati” ricoverati rispettivamente presso la Clinica “S. Maugeri” e l´Ospedale “Galmarini”

 

ACCESSO AI SEGGI
Come riportato nel Protocollo Sanitario approntato per queste consultazioni referendarie dal Ministero dell’Interno di concerto con il Ministero della Salute, si ricorda che per accedere ai seggi è obbligatorio l’uso della mascherina chirurgica da parte di tutti gli elettori  e di ogni altro soggetto avente diritto di accesso al seggio (ad esempio i rappresentanti di lista).

Al momento dell’accesso nel seggio, l’elettore dovrà procedere a una prima igienizzazione delle mani con gel idroalcolico, messo a disposizione in prossimità della porta. Quindi l’elettore, dopo essersi avvicinato ai componenti del seggio per l’identificazione e prima di ricevere le schede e la matita, provvederà a una seconda igienizzazione delle mani.
Completate le operazioni di voto, è consigliata una ulteriore terza igienizzazione delle mani prima di lasciare il seggio.

COME SI VOTA
Possono votare i cittadini italiani iscritti nelle liste elettorali, che abbiano compiuto il 18° anno di età entro il giorno fissato per il referendum.
L’elettore deve esibire un documento di riconoscimento valido e la tessera elettorale.

Al seggio all’elettore viene consegnata una scheda per ognuno dei cinque referendum. In ogni scheda alla fine del quesito ci sono due caselle, una con indicato il ‘Sì’ e una con il ‘No’: l’elettore deve barrare la casella corrispondente alla propria scelta per quel quesito.
Dopo aver espresso il proprio voto e ripiegato le schede, all’uscita dalla cabine elettorali all’elettore è chiesto di procedere direttamente all’inserimento delle diverse schede nelle rispettive urne.

Si ricorda che per la validità del referendum abrogativo è obbligatorio che vada a votare la metà più uno degli elettori aventi diritto.

DOCUMENTI PER IL VOTO
L’elettore deve presentarsi al proprio seggio elettorale munito di:

– Tessera elettorale personale
– documento di riconoscimento

NB: per documento di riconoscimento si intende la Carta d´identità o altro documento di identificazione, purché dotato di fotografia e rilasciato da una Pubblica Amministrazione (ad esempio: patente, passaporto, libretto di pensione, tessera di riconoscimento rilasciata da un ordine professionale e la tessera di riconoscimento rilasciata dall´Unione nazionale ufficiali in congedo d´Italia purchè convalidata da un comando militare)

TESSERA ELETTORALE PERSONALE 
La Tessera Elettorale Personale riporta indicati i dati anagrafici dell’elettore, il seggio di appartenenza e la sua ubicazione sul territorio comunale. La Tessera è valida per più consultazioni elettorali, pertanto gli elettori devono conservarla con cura per poterla utilizzare più volte.

Nel caso in cui l’elettore cambi abitazione all’interno del Comune di Tradate, variando al contempo anche il proprio seggio di appartenenza, l’Ufficio Elettorale provvederà a stampare delle etichette adesive (riportanti il nuovo indirizzo e il nuovo seggio) da applicare sulle tessere stesse.
Invece, in caso di trasferimento in un altro Comune, l’Ufficio Elettorale del nuovo Comune fornirà all’elettore una nuova Tessera Elettorale Personale (previa riconsegna di quella del precedente Comune).

Si invita chi avesse terminato gli spazi per l’apposizione dei timbri o non fosse in possesso della propria Tessera Elettorale Personale a presentarsi, in anticipo rispetto alla data delle votazioni, all’Ufficio Elettorale del Comune per richiederne per tempo il rilascio di una nuova in sostituzione della precedente.

Qualora la domanda dovesse giungere fuori tempo e non fosse più possibile stampare la nuova Tessera entro il giorno delle votazioni, l’Ufficio provvederà comunque al rilascio delle autorizzazioni al voto, permettendo all’elettore di votare con un documento provvisorio. In questo caso, terminato il periodo elettorale, giungerà al domicilio degli interessati la comunicazione con la quale li si invita a ritornare presso gli uffici comunali per ritirare la nuova Tessera Elettorale Personale.

L’Ufficio Elettorale del Comune di Tradate nei giorni immediatamente precedenti le elezioni, ma anche nel giorno della votazione stessa, effettuerà aperture straordinarie per permettere la presentazione delle domande di duplicato e il ritiro delle Tessere Elettorali.

TRASPORTO DA E PER I SEGGI DEGLI ELETTORI DIVERSAMENTE ABILI
A tutela degli elettori diversamente abili (l’art.29, comma l, della legge 5 febbraio 1992, n.104) il Comune di Tradate organizza il servizio di trasporto pubblico al fine di favorire il raggiungimento dei seggi da parte dei predetti elettori.
La prenotazione è obbligatoria e va fatta telefonicamente, chiamando il numero 0331-826850 dalle ore 12:30 alle ore 13:00 ENTRO E NON OLTRE il giorno mercoledì 8 Giugno 2022.

VOTO ASSISTITO
Possono essere accompagnati all’interno della cabina elettorale solo gli elettori diversamente abili che siano fisicamente impediti nell’espressione autonoma del voto: i ciechi, gli amputati delle mani e gli affetti da paralisi o da altro impedimento fisico di analoga gravità.
Ciò premesso, sono ammessi al voto assistito presso il seggio quegli elettori che presentano al momento del voto l’apposita certificazione sanitaria, oppure abbiano preventivamente ottenuto da parte del Comune nelle cui liste elettorali sono iscritti, l’inserimento sulla propria tessera elettorale dell’annotazione del diritto al voto assistito (apposizione del codice AVD).
Per il rilascio della suddetta certificazione, la A.S.S.T. Sette Laghi tramite la sua sede tradatese (Casa di Comunità – via Gradisca n. 16 – tel. 0331815102) ​ha rilasciato le seguenti indicazioni.

Il Ministero dell’Interno, tramite le FAQ presenti sul suo sito istituzionale, ha inoltre specificato che possono essere ammessi a votare con un accompagnatore anche quegli elettori il cui impedimento fisico nell’espressione autonoma del voto appaia evidente in maniera palese ai componenti del seggio.
L’ammissione al voto assistito non è invece consentita per infermità che non influiscono sulla capacità visiva o sul movimento degli arti superiori; sono quindi escluse dal voto assistito le infermità che riguardano esclusivamente la sfera psichica dell’elettore. Gli handicap di natura psichica hanno infatti rilevanza ai fini del diritto al voto assistito solo quando la relativa condizione patologica comporti una menomazione fisica che incida sulla capacità di esercitare materialmente il diritto di voto.

Si precisa, inoltre, che nessun elettore può esercitare la funzione di accompagnatore per più di un elettore diversamente abile.

VOTO A DOMICILIO
La normativa vigente prevede in particolari casi anche la possibilità di voto domiciliare per quegli elettori che sono affetti da gravi infermità con prognosi superiore i 60 giorni, le quali ne rendano impossibile l’allontanamento dall’abitazione (cioè patologie qualificate come “gravissima infermità” o che comportano dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali).
Per beneficiare di questa possibilità, tra il quarantesimo e il ventesimo giorno antecedente l’inizio delle votazioni, occorre presentare la relativa domanda al Comune presso le cui liste l’elettore è iscritto, allegando anche la apposita certificazione medica che viene rilasciata dal preposto personale medico della A.S.S.T. (Casa di Comunità – via Gradisca n. 16 – tel. 0331815102) ​
Non sono valide le semplici certificazioni rilasciate dal medico curante o da altri enti sanitari. Per questa consultazione referendaria le domande vanno presentate entro il 23.05.2022

NB: la predetta domanda di ammissione al voto domiciliare deve necessariamente essere effettuata per ogni consultazione, dunque anche chi ha richiesto il voto a domicilio in occasione di precedenti consultazioni, qualora interessato ad esprimere il proprio voto presso il suo domicilio, deve ripetere l’istanza alla U.O. Igiene pubblica.

VOTO DEI RESIDENTI ALL’ESTERO
I cittadini italiani residenti all’estero e regolarmente iscritti all’AIRE possono esercitare il diritto di voto all’estero nel luogo di residenza per le elezioni politiche nazionali, per i referendum abrogativi e costituzionali ex artt. 75 e 138 della Costituzione e per le elezioni del Parlamento europeo. Il voto all’estero per corrispondenza per le elezioni politiche nazionali e i referendum è regolato dalla Legge 27 dicembre 2001, n. 459 e dal relativo Regolamento attuativo (D.P.R. 2 aprile 2003, n. 104), in attuazione degli art. 48, 56 e 57 della Costituzione, che hanno istituito la Circoscrizione Estero.

OPZIONE PER IL VOTO IN ITALIA
Quella del voto per corrispondenza è la modalità ordinaria di voto. In alternativa, entro il termine fissato dalla legge, il cittadino italiano residente all’estero e iscritto AIRE può optare per votare in Italia presso le sezioni elettorali del comune nelle cui liste elettorali è iscritto. L’opzione si esercita entro il decimo giorno successivo alla indizione delle votazioni, inviando una comunicazione scritta indirizzata al Consolato competente in base alla propria residenza estera (per questa consultazione referendaria le domande devono essere presentate entro il 17.04.2022).

VOTO DEI CITTADINI “TEMPORANEAMENTE” ALL’ESTERO
L’art.4-bis, comma 2, della legge n.459/01, modificato da ultimo dall’articolo 6, comma 2, lett. a), della legge 3 novembre 2017, n.165, disciplina le modalità con cui anche i cittadini temporaneamente all’estero per motivi di lavoro, studio o cure mediche per un periodo di almeno tre mesi (all’interno dei quali ricade la data delle votazioni) possono chiedere di votare all’estero per corrispondenza.

Per esercitare il proprio diritto di voto per corrispondenza, tali elettori entro il trentaduesimo giorno antecedente l’inizio della votazione dovranno far pervenire un’apposita opzione al proprio COMUNE italiano d’iscrizione nelle liste elettorali. L’opzione, che avrà valore solo per questa consultazione elettorale e che è esercitabile tramite apposito modulo o in carta libera, può essere inviata per posta, fax, posta elettronica anche non certificata, oppure fatta pervenire a mano al Comune anche da persona diversa dall’interessato.
(per questa consultazione referendaria l’opzione deve pervenire entro il 11.05.2022).

Per l’inoltro di tali richieste al Comune di Tradate, si possono usare i seguenti contatti:
COMUNE DI TRADATE – piazza Mazzini, 6 – 21049 Tradate (VA)
fax: (+39) 0331826884 – mail: protocollo@comune.tradate.va.it – PEC: comune.tradate@pec.regione.lombardia.it

 

MAGGIORI INFORMAZIONI:
UFFICIO ELETTORALE COMUNALE
(c/o Ufficio Anagrafe-Stato Civile, Piazza Mazzini)
tel. 0331-826829
fax 0331-826884
mail:  elettorale@comune.tradate.va.it

 

Per ulteriori informazioni sull’elezione in questione e sul sistema di voto adottato, si invita a consultare l’apposita area informativa realizzata sul sito web del MINISTERO DELL’INTERNO  www.interno.it

Luogo

Scuola Elementare "Dante Alighieri"

via Dante Alighieri, 41 - 21049 Tradate, loc. Abbiate Guazzone

Scuola Elementare "Cesare Battisti"

via A. Manzoni, 21 - 21049 Tradate

Scuola Elementare "Antonio Rosmini"

via Carlo Rossini 45 - 21049 Tradate, loc. Ceppine

Municipio - palazzo comunale

P.zza Mazzini, 6, 21049 Tradate VA

Ospedale "Luigi Galmarini" di Tradate

piazzale Angelo Zanaboni, 1 - 21049 TRADATE (VA)

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

27/05/2022