[6/3/2008] - ELEZIONI 2008

ELEZIONI 2008

 

Il 13 e 14 aprile 2008 si terranno le elezioni anticipate per  l'elezione dei componenti la Camera dei Deputati e il Senato della Repubblica, unitamente a quelle per la carica di Presidente della Provincia di Varese e del Consiglio Provinciale (queste ultime con eventuale turno di ballottaggio il 27 e 28 aprile)

 

Quando si vota

-  domenica 13 aprile 2008, per tutta la giornata - dalle ore 8.00 alle ore 22.00;
lunedì 14 aprile 2008, solo al mattino e nel primo pomeriggio - dalle ore 7.00 alle ore 15.00


Dove si vota

I seggi elettorali del Comune di Tradate sono così ubicati:

seggio n.1  *  c/o scuola "C. Battisti" - via Manzoni
seggio n.2  *  c/o scuola "C. Battisti" - via Manzoni
seggio n.3  *  c/o scuola "C. Battisti" - via Manzoni
seggio n.4     c/o scuola "C. Battisti" - via Manzoni
seggio n.5     c/o scuola "C. Battisti" - via Manzoni
seggio n.6     c/o scuola "C. Battisti" - via Manzoni

* i seggi 1-2-3 dal 2007 sono definitivamente trasferiti presso il plesso scolastico della scuola elementare "C-Battisti" di via Manzoni presso il quale si trovavano già i seggi 4-5-6.

seggio n.7     c/o scuola "D.Alighieri" - via Dante
seggio n.8     c/o scuola "D.Alighieri" - via Dante
seggio n.9     c/o scuola "D.Alighieri" - via Dante
seggio n.10   c/o scuola "D.Alighieri" - via Dante
seggio n.11   c/o scuola "D.Alighieri" - via Dante
seggio n.12   c/o scuola "D.Alighieri" - via Dante

seggio n.13   c/o scuola "Rosmini" - via C. Rossini
seggio n.14   c/o scuola "Rosmini" - via C. Rossini

seggio n.15   c/o Ospedale "Galmarini" - piazza Zanaboni

Presso i seggi n.1 e n.15 saranno attivi anche "seggi volanti" per permettere il voto anche ai degenti allettati ricoverati  presso la Clinica "S. Maugeri" e l'Ospedale "Galmarini"

Come si vota

A ) CAMERA E SENATO

L’elettore avrà a disposizione una sola scheda elettorale per la Camera, ed una scheda per il Senato. In entrambe sono raffigurati i simboli delle liste in competizione, rispettivamente, nella circoscrizione o nella regione. I simboli delle liste appartenenti alla medesima coalizione appaiono riprodotti in linea orizzontale, uno accanto all’altro, su un’unica riga. Non è possibile manifestare “voto di preferenza” per candidati; le liste sono, infatti, “bloccate”.

Sia per l’elezione della Camera (scheda ROSA) sia per l’elezione del Senato (scheda GIALLA), l’elettore esprimerà il voto tracciando con la matita copiativa un solo segno (esempio, una croce o una barra) nel rettangolo che contiene il contrassegno della lista prescelta.

E’ vietato scrivere sulla scheda il nominativo dei candidati e qualsiasi altra indicazione.

E’ importante ricordare che, anche nel caso di liste collegate in coalizione, il segno va sempre posto SOLO sul contrassegno della lista che si vuole votare e non sull’intera coalizione. Se il segno invade altri simboli il voto viene comunque assegnato, si intende infatti riferito al contrassegno su cui insiste la parte prevalente del segno stesso. 

Il voto espresso per la lista produce effetti anche in favore della coalizione di cui la lista fa parte.

Per l'elezione della Camera dei Deputati voteranno tutti gli iscritti alle liste elettorali che entro il primo giorno di votazione abbiano compiuto 18 anni.

Invece, per l'elezione del Senato della Repubblica voteranno tutti gli iscritti alle liste elettorali che entro il primo giorno di votazione abbiano compiuto 25 anni.



B ) PROVINCIA

 
Per l'elezione del Presidente della Provincia e del Consiglio provinciale (scheda VERDE) l’elettore, con la matita copiativa, potrà esprimere il proprio voto:

- tracciando un solo segno sul rettangolo contenente il nominativo del candidato alla carica di presidente della provincia. In tal modo, il voto si intenderà attribuito solo al predetto candidato presidente;

- tracciando un solo segno o sul contrassegno relativo ad uno dei candidati alla carica di consigliere provinciale o sul nominativo del candidato medesimo. In tal modo, il voto si intenderà attribuito sia al candidato consigliere che al candidato alla carica di presidente collegato;

- tracciando un segno sia sul rettangolo contenente il nominativo del candidato presidente, sia sul contrassegno relativo ad uno dei candidati consiglieri collegati o sullo stesso nominativo del candidato consigliere medesimo. In tal modo, il voto si intenderà parimenti attribuito tanto al candidato alla carica di presidente che al candidato consigliere facente parte del gruppo o di uno dei gruppi collegati.

NB: per le elezioni provinciali NON è ammesso il “voto disgiunto”, cioè il voto per un presidente della provincia di un gruppo o di un gruppo di liste e per un candidato al consiglio provinciale di un altro gruppo o gruppo di liste.

Per l'elezione del Presidente della Provincia e del Consiglio Provinciale voteranno tutti gli iscritti alle liste elettorali che entro il primo giorno di votazione abbiano compiuto 18 anni. Anche qualora si andasse al turno di ballottaggio (27 e 28 aprile), sono ammessi al voto tutti gli iscritti alle liste elettorali che entro il primo giorno di votazione del primo turno (13 aprile) abbiano compiuto 18 anni.


NB: Si ricorda che tutti gli elettori sono tenuti a presentarsi al seggio muniti della propria Tessera Elettorale Personale e di un documento di identità in corso di validità

 

Il divieto di introdurre telefoni cellulari nelle cabine elettorali

Per assicurare la segretezza dell’espressione del diritto di voto è VIETATO introdurre all’interno delle cabine elettorali telefoni cellulari o altre apparecchiature in grado di fotografare o registrare immagini.
Il presidente dell’ufficio elettorale di sezione, all’atto della presentazione del documento di identificazione e della tessera elettorale da parte dell’elettore, inviterà l’elettore stesso a depositare le apparecchiature indicate di cui è al momento in possesso.
Le apparecchiature depositate dall’elettore, prese in consegna dal presidente dell’ufficio elettorale di sezione unitamente al documento di identificazione e alla tessera elettorale, saranno restituite dopo l’espressione del voto.
Chiunque violi tale divieto è passibile di denuncia alla competente autorità giudiziaria con conseguenti sanzioni detentive e pecuniarie.
(
In vigore dal 4 aprile 2008 il divieto di introdurre nelle cabine elettorali telefoni cellulari o altre apparecchiature in grado di fotografare o registrare immagini)

Il voto dei cittadini italiani residenti all'estero

I cittadini italiani iscritti nelle liste elettorali dei Comuni Italiani, ma residenti all'estero (cioé i cittadini iscritti all'AIRE), ai sensi della legge 27 dicembre 2001 n. 459 e del D.P.R. 2 aprile 2003 n.104, potranno votare per corrispondenza per le elezioni della Camera e del Senato), tranne nel caso in cui:

- risiedano in Stati con i quali  non si siano concluse intese in forma semplificata, o la cui situazione non garantisca l'esercizio per via postale del diritto di voto;
- abbiano esercitato il diritto di opzione per il voto in Italia, dandone tempestiva comunicazione alla rappresentanza diplomatica o consolare competente entro il termine previsto dalla normativa vigente (11 marzo 2008)


Cittadini stranieri residenti in Tradate

Non sono ammessi al voto i cittadini stranieri, nemmeno quelli appartenenti a Stati membri dell'Unione Europea seppur residenti in Italia. Questi ultimi sono ammessi al voto solo in occasione delle elezioni comunali e, qualora presentino l'apposita richiesta preventiva, anche in occasione di quelle per il Parlamento Europeo.

Tessera Elettorale Personale

A partire dal 2001, è stata introdotta la Tessera Elettorale Personale che sostituisce il vecchio certificato elettorale in ogni sua funzione.
La Tessera Elettorale Personale riporta indicati i dati anagrafici dell'elettore, il seggio di appartenenza e la sua ubicazione sul territorio comunale.
La Tessera è valida per 18 consultazione elettorali, pertanto gli elettori devono conservarla con cura per poterla utilizzare più volte.
In caso di un cambio di abitazione all'interno del Comune di Tradate, che comporti anche un cambio di seggio, l'Ufficio Elettorale provvederà a inviare al nuovo domicilio dell'elettore delle etichette adesive (riportanti il nuovo indirizzo e il nuovo seggio) da applicare sulle tessere stesse.
In caso di trasferimento in un altro Comune, l'Ufficio Elettorale del nuovo Comune fornirà una nuova Tessera Elettorale Personale all'elettore (previa consegna di quella del precedente Comune).

L'Ufficio Elettorale del Comune di Tradate è a disposizione per permettere il ritiro della Tessera Elettorale Personale (o la presentazione della denuncia di smarrimento) a coloro i quali non fossero in possesso della stessa perchè smarrita o mai ritirata.
Si invitano gli elettori che non fossero in possesso della propria Tessera Elettorale Personale a presentarsi, in anticipo rispetto alla data delle votazioni, all'Ufficio Elettorale del Comune per dichiararne lo smarrimento e richiederne il duplicato.

Qualora la domanda di duplicato giungesse fuori tempo e non fosse più possibile stampare la nuova Tessera entro il giorno delle votazioni, l'Ufficio stesso provvederà al rilascio delle autorizzazioni al voto, permettendo all'elettore di votare con un documento provvisorio. In questo caso, terminato il periodo elettorale, giungerà al domicilio degli interessati  la comunicazione con la quale li si invita a ritirare presso gli uffici comunali la nuova Tessera Elettorale Personale.

Voto domiciliare per elettori in dipendenza vitale da apparecchiature elettromedicali

Il decreto-legge 3 gennaio 2006 n. 1, convertito, con modificazioni, nella legge 27 gennaio 2006, n. 22, con una disposizione contenuta nell'articolo 1, ha introdotto, per la prima volta nel nostro ordinamento, la modalità di voto domiciliare.
Gli elettori affetti da gravi infermità, tali da impedire l'allontanamento dall'abitazione in cui dimorano, che si trovino in condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali, hanno la possibilità, su espressa richiesta, di essere ammessi al voto nella predetta dimora.
Gli interessati dovranno far pervenire non oltre il 15º giorno antecedente la data della votazione, al sindaco del comune nelle cui liste elettorali sono iscritti, la seguente documentazione:
- una dichiarazione attestante la volontà di esprimere il voto presso l'abitazione in cui dimorano, indicandone il completo indirizzo;
- copia della tessera elettorale;
- un certificato medico rilasciato dal funzionario medico, designato dai competenti organi della azienda sanitaria locale, "da cui risulti l'esistenza di un'infermità fisica che comporta la dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali, tale da impedire all'elettore di recarsi al seggio"; il medesimo certificato potrà attestare altresì l'eventuale necessità di un accompagnatore per l'esercizio del voto.
Il sindaco, a conclusione della relativa istruttoria, rilascerà a ciascun elettore che sia stato ammesso al voto a domicilio un'attestazione dell'avvenuta inclusione negli appositi elenchi.
Il voto sarà raccolto, durante le ore in cui è aperta la votazione, dal presidente dell'ufficio elettorale di sezione nella cui circoscrizione è ricompresa la dimora espressamente indicata dall'elettore, con l'assistenza di uno degli scrutatori del seggio e del segretario.

La normativa sul voto domiciliare si applica alle seguenti consultazioni:
a) elezioni della Camera dei deputati e del Senato della Repubblica (esclusa la circoscrizione Estero, nel cui ambito il voto viene espresso per corrispondenza);
b) elezione dei membri del Parlamento Europeo spettanti all'Italia;
c) consultazioni referendarie disciplinate da normativa statale;
d) elezioni provinciali e comunali, solo nel caso in cui l'avente diritto al voto domiciliare dimori nell'ambito del territorio, rispettivamente del comune o della provincia per cui è elettore.
Possono avvalersi del voto domiciliare anche gli elettori che risiedono in un comune diverso da quello di iscrizione elettorale: in ogni caso la dichiarazione deve essere sempre presentata al sindaco del comune nelle cui liste elettorali si risulta iscritti.

Servizio trasporto

Domenica 13 aprile, per i cittadini tradatesi che non avessero a disposizione propri mezzi per raggiungere i seggi, l'AmicoBus è eccezionalmente a disposizione per effettuare il servizio di trasporto. Domenica il servizio sarà infatti attivo dalle 9.00 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 18.00 (mentre lunedì sarà invece attivo con l'orario abituale con inizio alle ore 8.00). 
Il servizo, sarà operativo con le modalità ordinarie, ma per i trasporti a fini elettorali sarà gratuito.
Per prenotare il servizio, occorre chiamare il n. 0331-826840, dalle 10.00-alle 12.00, entro sabato 12 aprile (prenotazioni al di fuori di tale orario non potranno essere prese in considerazione).


Apertura straordinaria dell'Ufficio Elettorale

Nei giorni immediatamente antecedenti le votazioni, al fine di permettere la presentazione delle dichiarazioni di smarrimento o il ritiro delle Tessere Elettorali Personali precedentemente richieste, l'Ufficio Elettorale resterà aperto anche al di fuori del normale orario (dal 8 al 12 aprile dalle 9.00 alle 19.00).
Inoltre, nei giorni delle votazioni, l'Ufficio Elettorale resterà aperto per tutta la durata delle operazioni di voto.

 

Per informazioni:

UFFICIO ELETTORALE COMUNALE
(c/o Ufficio Anagrafe-Stato Civile, Piazza Mazzini)
tel. 0331-826829
fax 0331-826884

Per eventuali ulteriori informazioni sul sistema di voto adottato si invita a consultare l'apposita area informativa realizzata sul sito web del Ministero dell'Interno www.interno.it


< Maggio 2017 >
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031        
  • Amministrazione Trasparente
 
  • Albo Pretorio
  • Chiarimenti Sulla PEC

 

 
  • Cartina - Stradario

 
  • Scrivici
  • Biblioteca
  • Museo della Motocicletta Frera
  • Distretto Urbano del Commercio Città di Tradate
  • Parco Pineta di Appiano Gentile e Tradate
  • Osservatorio Astronomico
  • 141EXPO